Blog

Gratitudine e ammirazione

  |     |   No comment

Garfield mon chaton, che emozione vederti cosi senza il “famoso” collare, dopo quasi 3 mesi. E pure niente era scontato. Sono passata da tante paure, stress per finire con molto gratitudine e ammirazione per la nostra Dott.ssa Silvia Cattani. Tutto iniziato quando ci siamo accorti che l’interno del tuo orecchio era “strappato”. Siamo andati all’ambulatorio, Silvia non c’era, ci ha quindi ricevuti la Zia Marty. Si può immaginare la mia angoscia quando Martina ha preferito far venire in ambulatorio Silvia per controllare, e ci ha puoi detto che bisognava operare visto la delicatezza del caso. Quando poi, le ho ritrovati tutti i tre (Silva, Martina e Michele), chiamare i pazienti per spostare gli appuntamenti per poter liberare Silvia e Martina per l’operazione del giorno seguente, l’urgenza e la complicazione era ovvia e il mio cuore si è stretto..
Con molto coraggio ti ho portato il giorno dopo, e alla fine dell’intervento, in tutto quello che mi ha spiegato Silvia, ho ritenuto “adesso dobbiamo sperare che guarisca secondo intenzione” e qualcosa come visto la posizione non era possibile utilizzare la colla, per evitare di chiudere il canale auditivo che era visibile, ha chiuso in V…. Il problema se non si chiude, è che si deve togliere tutto l’orecchio, con tanti problemi collaterali che seguono, non sono esaustiva perché mi angoscia ancora pensarci, per me voleva dire rischiare perderti gatto mio, e non riuscivo a immaginarlo.
Iniziato poi la difficoltà di darti gli antibiotici, perché amore mio, non ti piacciono per niente, in qualsiasi forma sono.
Passano le settimane,le gite a Monza si seguono e non si chiude, dopo un po’ solo una parte, ma rimane un pezzo di cartilagine visibile…. Tranquillamente davanti ad un tè, Silvia si consulta con Martina e mi dicono che se non si chiude, per evitare il peggio, possono riaprire, togliere il pezzo di cartilagine che rimane scoperto e richiudere…. Voleva dire ripartire con la speranza che cicatrizza….
Una settimana dopo, quando siamo andati a trovare la zia Marty, la cartilagine era coperta e la ferita chiusa, rimaneva solo una parte, non grave ancora aperta. Quindi niente altro intervento, mi veniva da piangere…. C’é voluto ancora circa un mese fino a quando si è tutto sistemato, e vederti così nella tua amaca preferita a chiamare le coccola quando passavo, non posso che emozionarmi e essere grata di conoscere Silvia Cattani.
Ti chiedo quindi mon chaton, di fare attenzione, sappiamo che Silvia fa miracoli, ma non devi più giocare così con il mio cuore di mamma di pelosetti.
So, Garfield, che con me condividi gratitudine e ringraziamenti per Silvia Cattani e Martina. Ragazze, vi vogliamo bene

Myriam 28 Novembre 2016

No Comments

Post A Comment